7 + 1 tools di project management per freelancer

 In Smart office tools

Il mio progetto, progetto personale, progetto in collaborazione… quante volte al giorno sentiamo parlare di progetti?

 

E non ne sentiamo parlare solo in azienda, ma ovunque! Perché ormai tutti abbiamo dei progetti… e ne abbiamo fin troppi. 

 

Progetti che spesso finiscono nel dimenticatoio o non vengono completati per mancanza di tempo e di buona organizzazione.

 

Quindi, parlare di project management ha senso anche per noi piccoli lavoratori autonomi, freelancer e sturtupper.

 

Le basi del project management 

 

Partiamo dalle basi: come è strutturato di solito un progetto?

 

Di qualsiasi progetto ci stiamo occupando, le fasi sono sempre queste: 

  • Avvio del progetto
  • Pianificazione
  • Esecuzione
  • Monitoraggio e controllo
  • Chiusura del progetto

 

Dal punto di vista gestionale, il monitoraggio è la fase decisiva perché riguarda la gestione:

 

  • dei costi e tempi
  • della qualità
  • dei rischi
  • dell’approvazione
  • dei cambiamenti

 

Il punto critico della gestione è che ci vuole costanza e metodo. Per favorire questa fase potrebbe essere molto utile usare un tool per gestire il proprio progetto!

 

Perché utilizzare un tool di project management? 

Ecco alcuni motivi: 

  • Migliora la pianificazione
  • Favorisce la collaborazione virtuale
  • Aiuta a mantenere la comunicazione costante nei team liquidi/virtuali
  • Rintraccia i risultati
  • Monitora i rischi e cambiamenti
  • Dà costanza e visibilità

 

Vediamo alcuni tool semplici e gratuiti, ma che possono portare grandi benefici all’interno dei piccoli gruppi di lavoro.

 

1. Trello: il tool di project management che preferisco

 

Trello è formato da board, liste e di card. Molto semplice e intuitivo, puoi spostare con drag and drop le card tra le liste e vedere gli stati di avanzamento delle attività. Puoi usarlo da solo oppure assegnare dei task ai collaboratori.

 

All’interno delle card trovi tutto ciò che ti serve:  puoi postare commenti per una risposta immediata, fare upload di file dal tuo computer, da Google Drive, da Dropbox, da Box e da OneDrive.

Puoi aggiungere checklist, etichette, scadenze, e altro ancora; le notifiche faranno in modo che tu non ti perda niente.

 

Se ti piace Trello e vorresti approfondire il suo funzionamento

 

 

2. Asana: uno dei tool più usati!

 

Asana è uno dei software più usati per la gestione dei progetti. Ha un’interfaccia semplice e intuitiva, efficace per la sua elasticità e la possibilità di gestire dai progetti personali più piccoli fino a progetti complessi.

Puoi creare le tue procedure e se arriva il momento giusto delegare in modo semplicissimo, basta assegnare i vari task al nuovo collaboratore, senza nemmeno doverlo istruire.

www.asana.com

 

3. Brown boot works

 

Sfrutta le potenzialità di Google Cloud, e gestisce insieme non solo task e progetti, ma anche le vendite, il funnel e la situazione finanziaria.

 

Puoi usarlo anche per migliorare la produttività personale, creare task e lead direttamente da gmail, e usare le integrazioni con Google Calendar, Google sheet o Google docs.

https://brownbootsoft.com/over-eng/

 

4. Futuramo

 

È un set di strumenti di produttività. Ha dei moduli per la collaborazione, per la comunicazione, per gestire il progetto, ma anche per controllare, rintracciare i tempi e fare analisi.

https://futuramo.com/

 

5. Wethod

 

Un tool di project management particolarmente adatto ai gruppi che si occupano di servizi, e quindi devono organizzare tempo e risorse in modo semplice.

Tra Pipeline, Planning, Timesheet e Project status avrai tutto sotto controllo.

http://www.wethod.com/

tool project management

6. Openproject 

È un tool perfetto per le startup, ha una reportistica dinamica e la gestione di utenti/gruppi/ruoli per calibrare i criteri di accesso a seconda delle mansioni di ciascun partecipante. Davvero utile per gestire i flussi di lavoro personalizzabili, i meeting, i forum e le notizie.

https://www.openproject.org/

 

7. Process street 

Process Street è lo strumento di project management migliore per gestire le attività continue come il processo di selezione di candidati per un posto di lavoro, una checklist per fare una valutazione di prodotti o siti web, un’attività di marketing che replichi per ogni cliente.

 

È adatto a qualsiasi tipo di business, a partire dalle risorse umane, fino a blogger e freelancer.

Può semplificare i flussi di lavoro, per esempio per il brief di un nuovo cliente, per la selezione dei candidati, o per i task giornalieri o settimanali.

https://www.process.st/

 

8. Teamweek

È un project planner semplice con il quale puoi pianificare, modificare con drag and drop in modo molto veloce, impostare i periodi di ferie e condividere il tuo calendario con un semplice link.

https://teamweek.com/

 

E tu utilizzi tool di project management? Conoscevi tutti quelli di cui ti ho parlato in questo articolo? Ne conosci altri altrettanto validi? Fammelo sapere in un commento qui sotto!

 

E se non sai quale tool scegliere o come usarlo, contattami. Sarò felice di riservarti una consulenza personalizzata. 

 

Potrebbero interessarti anche...

Commenta l'articolo

Scrivimi!

In questo momento non siamo online ma puoi inviarci una mail e ti daremo riscontro non appena possibile.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca