Blog

Introduzione alla nuova Gmail

No comments

La nuova interfaccia di Gmail è uscita ormai un anno fa, ma ci sono ancora delle novità! 

Nella seconda metà dell’articolo trovi le funzioni più smart di questa piattaforma.

Ci sono tre modalità di aspetto, Predefinita, Normale e Compatta.

Già In Predefinita è possibile scorgere una novità: ci sono 4 comandi Archivia, Elimina, Segna come da leggere o già letto e Posticipa a fianco a destra dell’intestazione di un messaggio.

Quest’ultimo comando permette di rinviare e rimuovere le email a cui non possiamo rispondere subito, archiviandoli nella cartella Posticipati, presente nel Menu principale.

In questo caso la nuova Gmail mette a disposizione la possibilità di avere dei promemoria di risposta o seguito a risposte a email rimandate, facendolo in maniera intelligente.

Infatti nella parte superiore della Posta in arrivo si potrebbero vedere email con date precedenti e un suggerimento che invita a rispondere o a inviare un follow-up.

In Normale più simile all’attuale interfaccia, con grafica più sintetica, sono presenti più mail senza icone dei quattro comandi che abbiamo citato sopra.

In Compatta invece si rende il tutto compatto, appunto, e maggiormente scarno per chi preferisce avere una visualizzazione essenziale.

Una volta scelta la modalità di aspetto possiamo entrare nella nostra inbox e scoprire le ulteriori novità, con la possibilità reversibile di poter tornare alla attuale configurazione tramite Torna alla versione classica.

La prima macroscopica novità è la barra laterale tramite cui si può accedere ai servizi di Calendar, dove visualizzi il programma della giornata, alla funzione Keep per creare appunti e note da inserire rapidamente e Tasks dove aggiungere cosa da fare o scadenze divise in fasi successive selezionabili (flag).

In più è presente la voce Componenti aggiuntivi dove si può installare ulteriori strumenti Gmail per gestire i nostri messaggi.

Altra novità è la possibilità di aprire gli allegati direttamente dalla lista delle email, senza dovervi entrare dentro, rendendo così più immediata l’apertura dei documenti o foto allegate. Se scegliamo la modalità Predefinita, visualizzeremo un’anteprima degli allegati nella Posta in arrivo.

Altra nuova funzione è la Smart Reply cioè la possibilità di scegliere tra risposte già pronte e intelligenti, visto che si rendono disponibili a seconda del testo e dell’oggetto della mail, per replicare velocemente quando non c’è bisogno di articolare una risposta più complessa.

Visti i recenti fatti riguardo alla riservatezza dei dati personali ci sono anche novità riguardanti questo importante e delicato aspetto.

La modalità Confidential offre maggiori tutele come la possibilità di distruggere le email inviate dopo un dato periodo (impostabile) e l’impossibilità di farle inoltrarle e stamparle o ancora la creazione di password inviata tramite sms all’effettivo autentico destinatario per essere sicuri che sia solo lui/lei stesso a leggere la nostra missiva riservata.

Ultimo aspetto la sicurezza garantita dagli Alert mostrati più chiaramente in caso di posta a rischio presenza di virus, tramite nuovi algoritmi che valutano la presenza di phishing.

Tutorial Trello gratuito

Ti senti perso nella giungla dei nuovi tool e applicazioni? Non sai come organizzare il tuo ufficio smart in modo semplice e veloce? Per iniziare scarica la mia guida GRATUITA di Trello QUI!

 

Aggiornamento sulle novità di Marzo 2019

 

 

Partiamo proprio dall’ambito privacy o confidenziale della nostra posta Gmail.

 

Un novità è di poter controllare gli eventuali accessi fraudolenti, magari da paesi remoti, cliccando l’icona dell’account posta in alto a destra sulla posta in arrivo e andando poi su Controllo della Privacy e Gestisci Attività Web e App. Nel caso vediate degli accessi dubbi conviene cambiare la password del vostro account.

Un altra opzione molto comoda e, direi, sempre attuale è quella di poter annullare un’iscrizione ad una newsletter, che nel frattempo è diventata fastidiosa o non ci interessa più. Lo si può fare con il pulsante Annulla iscrizione posto vicino all’indirizzo del mittente.

Ultima novità, in tema sicurezza, è quella di poter aggiungere un sito, nel momento in cui ci registriamo, nel proprio account, in modo tale da poterne stoppare l’iscrizione quando si vuole e poter anche vedere le condivisioni che quel sito ha fatto con il proprio account.

 

Ci sono inoltre comandi che facilitano la gestione della casella Gmail.

 

La prima è quella di poter delegare il proprio indirizzo email a chi si vuole in un momento in cui non si possa consultare o gestire in prima persona la propria posta.

Lo si può fare andando su Impostazioni, Account, Importazione e Aggiungi un altro account (quest’ultimo deve essere sempre un account Gmail).

Questo delegato potrà inviare ed eliminare email senza sapere la password e senza intaccare i dati sensibili dell’account.

E nel caso non ci si voglia affidare a un delegato si può programmare le email sia con data che con orario esatti. Ci sono momenti prestabiliti, tipo stasera o domani, ma si può personalizzare come meglio possa servire.

Altra novità, sicuramente allettante, è la possibilità di creare indirizzi secondari, sempre collegati al nostro account ma con dentro maggiori informazioni riguardanti magari la nostra azienda, un nostro soprannome, un secondo cognome di famiglia.

Più semplicemente ora c’è la possibilità di avere un indirizzo secondario da poter usare per molteplici finalità.

Chiaramente le email ricevute lo saranno dentro alla casella dell’account originale, o più semplicemente dentro alla casella disposta in arrivo dell’indirizzo principale.

Per i più si può avere anche un dominio diverso da quello di Gmail nel caso di aziende o uffici ove un dominio sia già presente, in modo da poterlo aggiungere nell’account Gmail inserendo i suffissi Imap.

Anche in questo caso per avere tutto nella casella di posta in arrivo dell’indirizzo principale.

Ultima opzione di utilità operativa è quella di richiamo della email. Quante volte è capitato di aver mandato frettolosamente o inconsapevolmente qualcosa di sbagliato o inappropriato, con la paura di non poter far più nulla e aver creato i presupposti per una figuraccia o una gaffe. Ecco, ora in Impostazioni, su Annulla invio si può impostare i secondi di stand by in cui una email può stare prima di finire nella casella di posta del destinatario. Tempi utili disponibili 5, 10, 20 o 30 secondi.

 

Le ultime novità di cui vi scrivo riguardano alcune link facili che possono risultare comodi.

 

Un link è quello della capacità di collegarsi immediatamente a un indirizzo fisico presente in un mail ricevuta. Dove sono presenti indicazioni stradali, vengono subito rilevate creando un link sula destra dove poter cliccare per consultare la mappa.

Sulla falsariga di WhatsApp si può inviare messaggi vocali o video in diretta ai contatti della rubrica usando l’integrazione con Google Hangouts. Così si può partecipare a chiamate live cliccando in basso a sinistra sull’interlocutore con cui si vuol dialogare.

Credo di aver menzionato le ultime novità di Gmail e a questo punto non mi resta che augurare una migliore gestione della vostra casella!

 

 

 

Krisztina FekecsIntroduzione alla nuova Gmail

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.