In Assistente Virtuale

I 5 errori più frequenti quando si assume un’Assistente Virtuale

 

 

Collaborare con un/a Assistente Virtuale ti offre delle opportunità preziose per il tuo lavoro, specialmente se hai un piccolo business. 

 

Questa figura professionale può davvero cambiare il tuo modo di lavorare ma parliamoci chiaro: non è un bottone magico che basta premere per risolvere improvvisamente tutti i problemi. 

 

Per assumere, o meglio, per collaborare con un/una Assistente Virtuale bisogna delegare. E delegare per tante persone è una skill da sviluppare e da esercitare.

 

In questo articolo vedremo quali sono i 5 errori più comuni che vengono commessi quando si inizia a lavorare con l’Assistente Virtuale:

 

  • SALTARE LE PREPARAZIONI

 

Per capire le tue reali esigenze prima devi analizzare tutte le attività che svolgi personalmente e individuare se e quando potrebbero essere delegate. 

 

Questa procedura ti aiuta anche per selezionare l’assistente che può fare al tuo caso perché saprai con esattezza di cosa hai bisogno.

 

Sulle base delle tue esigenze potrai preparare il profilo della tua assistente. 

 

Come capire quali attività delegare? Sicuramente ti sarà di grande aiuto la matrice della delega

 

  • DIMENTICARSI PER COSA SI PAGA

 

Nella gestione di un’attività i costi fissi come anche il costo del personale sono quelli che pesano di più. 

 

L’outsourcing è una soluzione molto flessibile ma anche molto economica. 

 

Nonostante si tratti di un servizio economico è facile rimanere attratti da offerte con prezzi da non credere – parliamo, per la maggior parte dei casi, di persone di paesi orientali, quindi con costi ben diversi da quelli a cui siamo abituati noi in Italia. 

 

Ricordati solo che spesso ottieni appena quello per cui hai pagato, quindi poco. 

 

Se volessi avere un’idea di quanto costa collaborare con un/una Assistente Virtuale, ho preparato un articolo apposta, lo trovi qui: quanto mi costa l’Assistente Virtuale?

 

 

  • NON È UN SERVIZIO PLUG AND PLAY

 

Non aspettarti che tutto funzioni subito, ci vuole un po’ di addestramento e anche un po’ di tempo per sincronizzarsi. 

 

Più investi sulla fase di preparazione iniziale, più ottieni dopo. 

 

In un articolo ho parlato di come migliorare la comunicazione nelle collaborazioni virtuali, lo trovi qui: come aiutare la tua assistente virtuale a leggere nei tuoi pensieri.

 

  • NON CERCARE LA PERSONA GIUSTA

 

Quello che forse non sai è che ogni Assistente Virtuale ha delle caratteristiche e delle specializzazioni ben precise. 

 

Quindi, per la soddisfazione di tutti conviene trovare la persona più specializzata possibile sulle attività da te richieste.

 

  • PERDERE TROPPO TEMPO CON IL CONTROLLO

 

Una volta superata la paura di delegare potresti avere l’ossessione di sapere se il tuo/la tua assistente sta lavorando.

 

Ormai è evidente che nemmeno le persone fisicamente presenti negli uffici possono essere tenute sotto totale controllo, sarebbe una buona pratica dare fiducia e monitorare semplicemente i risultati

 

È possibile imparare a fidarsi dell’Assistente Virtuale? Direi di sì, leggi questo mio articolo.

 

 

Allora, sei pronto a delegare? 

 

Consulta il mio kit sulla delega per iniziare col piede giusto!

PREPARATI A UNA DELEGA EFFICACE E INTELLIGENTE CON IL MIO KIT GRATUITO

Potrebbero interessarti anche...

Commenta l'articolo

Scrivimi!

In questo momento non siamo online ma puoi inviarci una mail e ti daremo riscontro non appena possibile.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca